Sovvenzioni alla Circolazione delle Opere Letterarie europee (CREA-CULT-2022-LIT)

con Nessun commento

Il Programma “Europa Creativa” raggruppa le azioni volte a sostenere i settori culturali e creativi europei, proponendosi i seguenti obiettivi generali:

  • salvaguardare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo;
  • aumentare la competitività e il potenziale economico dei settori culturali e creativi, in particolare del settore audiovisivo.

Per quanto concerne la “Sezione Cultura” i predetti obiettivi sono perseguiti rafforzando la cooperazione artistica e culturale a livello europeo, al fine di supportare la creazione di opere europee e di sviluppare la loro dimensione economica, sociale ed internazionale, l’innovazione e la mobilità in Europa dei settori creativi e culturali in Europa (obiettivi specifici).

L’invito a presentare proposte in argomento sostiene i progetti di traduzione, pubblicazione, distribuzione e promozione delle opere di narrativa.

Le sue priorità sono quelle di:

  • rafforzare la circolazione transnazionale e la diversità delle opere letterarie europee;
  • incoraggiare la traduzione e la promozione di opere di narrativa scritte in lingue meno utilizzate per incrementare la loro diffusione su mercati più ampi in Europa e all’estero;
  • raggiungere nuove fasce di pubblico;
  • rafforzare la competitività del settore letterario, incoraggiando la cooperazione all’interno della filiera del libro.

Possono essere finanziate le attività di traduzione, pubblicazione, promozione e distribuzione di opere letterarie di narrativa, nonché le attività di supporto alla vendita dei diritti di traduzione in Europa e all’estero.

Il supporto finanziario fornito dalla Commissione UE andrà a circa 40 progetti realizzati da un solo proponente o da un consorzio formato da più proponenti.

Ogni progetto deve basarsi su una solida strategia editoriale e promozionale che copra un pacchetto di almeno 5 opere di narrativa ammissibili tradotte da e in lingue ammissibili e deve includere i seguenti elementi:

  • il pacchetto proposto contribuisce alla diversità della letteratura nel paese destinatario (o nei paesi destinatari), includendo opere di narrativa originarie di paesi sottorappresentati, ed in particolare opere scritte in lingue meno diffuse;
  • la strategia di distribuzione garantisce un accesso ampio ed agevole alle opere da parte del pubblico;
  • la strategia di promozione contribuisce all’allargamento e al rinnovamento del pubblico;
  • il progetto incentiva la collaborazione tra autori, traduttori, editori, distributori, librai, biblioteche, festival, eventi letterari, ecc.;
  • il progetto contribuisce a valorizzare il ruolo dei traduttori e rispetta il principio dell’equo compenso;
  • il progetto affronta questioni trasversali.

In questo contesto, dovranno essere valorizzati gli apporti forniti dal report “Translators on the cover” dell’Open Method of Coordination (OMC), gruppo di lavoro di esperti degli Stati membri.

Inoltre, verranno valorizzati i progetti che fanno riferimento all’Anno europeo della gioventù 2022: ad es. i progetti che includono e coinvolgono attivamente i giovani, in veste di fruitori e/o di attori, dalla creazione alla lettura, alla promozione e alla distribuzione.

Lingue ammissibili:

  • La lingua di partenza e quella di arrivo devono essere una delle “lingue ufficialmente riconosciute” dei paesi ammissibili. Le “lingue ufficialmente riconosciute” sono quelle definite dalla Costituzione o da qualsiasi legge pertinente del rispettivo paese.
  • Sono ammissibili le traduzioni dal latino e dal greco antico in lingue ufficialmente riconosciute.
  • Il progetto di traduzione deve avere una dimensione transnazionale; quindi, l’attività di traduzione della letteratura nazionale da una lingua ufficiale ad un’altra lingua ufficiale dello stesso paese non è ammissibile in assenza di una strategia distributiva al di fuori del paese in questione.

Le opere originali ammissibili all’attività di traduzione sono:

  • opere di narrativa, indipendentemente dal genere letterario o dal formato (libro cartaceo o digitale, incluso l’audiolibro), quali romanzi, racconti, spettacoli teatrali e radiofonici, poesie, fumetti e libri per ragazzi;
  • le opere devono essere già state pubblicate;
  • gli autori delle opere devono essere cittadini di un paese ammissibile o ivi residenti ovvero appartenere al patrimonio letterario di un paese ammissibile.
  • le opere non devono essere già state tradotte nella lingua di destinazione, a meno che una nuova traduzione corrisponda a una necessità chiaramente valutata.

In linea generale, la durata dei progetti non deve superare i 36 mesi.

Le proposte progettuali possono essere presentate da enti pubblici e privati dotati di personalità giuridica i quali devono essere:

  • stabiliti in uno degli Stati membri dell’UE, compresi i paesi e i territori d’oltremare;
  • stabiliti in uno Stato che non fa parte dell’UE (Paesi SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e paesi associati al Programma “Europa Creativa” o paesi che hanno in corso dei negoziati per un accordo di associazione (elenco dei paesi partecipanti) a condizione che l’accordo entra in vigore prima della firma dell’accordo di sovvenzione);
  • costituiti da almeno 2 anni alla data di scadenza per la presentazione delle domande;
  • attivi nel settore dell’editoria e del libro.

La dotazione finanziaria complessiva dell’invito a presentare proposte ammonta a 5.000.000 Euro.

La quota di cofinanziamento è pari al 60% dei costi ammissibili ed il contributo massimo richiedibile varia in base alla tipologia di progetto (piccola, media o larga scala):

  • Progetti su piccola scala: progetti che propongono la traduzione di almeno 5 libri possono richiedere fino a fino a 100.000 Euro;
  • Progetti di medie dimensioni: i progetti che propongono la traduzione di almeno 11 libri possono richiedere fino a 200.000 Euro;
  • Progetti su larga scala: i progetti che propongono la traduzione di almeno 21 libri possono richiedere fino a fino a 300.000 Euro.

Il programma è gestito dall’Agenzia esecutiva europea per l’istruzione e la cultura (EACEA).

Il termine di scadenza per la presentazione delle proposte è fissato al 31 maggio 2022 alle ore 17:00. Si riporta di seguito il link al portale della Commissione Europea recante tutte le informazioni e i documenti pertinenti:

https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/opportunities/topic-details/crea-cult-2022-lit;callCode=null;freeTextSearchKeyword=;matchWholeText=true;typeCodes=1,0;statusCodes=31094501,31094502;programmePeriod=2021%20-%202027;programCcm2Id=43251814;programDivisionCode=null;focusAreaCode=null;destination=null;mission=null;geographicalZonesCode=null;programmeDivisionProspect=null;startDateLte=null;startDateGte=null;crossCuttingPriorityCode=null;cpvCode=null;performanceOfDelivery=null;sortQuery=sortStatus;orderBy=asc;onlyTenders=false;topicListKey=topicSearchTablePageState

Si segnala che l’invito in questione prevede numerosi elementi di complessità e che per tale ragione si caratterizza per un livello di difficoltà è elevato.

La Commissione raccomanda l’utilizzo della lingua inglese durante tutto l’iter della procedura, a partire dalla fase di formulazione della proposta progettuale.

Rivolgiti al nostro Studio per ottenere una consulenza gratuita volta a verificare il possesso dei requisiti di partecipazione al bando e per richiedere un parere preliminare sulla fattibilità dell’idea progettuale.

Avv. Silvio Battista

Contatti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *